Archive for settembre, 2008

Espiazione.

set
30

Sono un peccatore.
Sono imperfetto.
Lo sono.
Ma non sono il solo, lo è anche Tino, il mio curatore fallimentare.
Mi aveva consigliato delle azioni della Lehman Brothers. Sono giorni che non lo sento. I miei amici giapponesi, quelli con tanti tatuaggi che vi ho presentato tempo addietro, se ne sono presi cura. Li ringrazio.

Ma oggi non parlo di me, io piccolo e meschino peccatore. Oggi parlo di speranza, di futuro, di felicità.
Io ho visto la luce. E quella luce è una donna. Ma non una sgualdrinella da quattro soldi che si può trovare in un qualsiasi bordello di alto borgo, sto parlando di colei che salverà il mondo con la fede, la famiglia, dio e patria.
Sarah Palin

Beatificatela in tutto il suo splendore. Ogni volta che la guardo ho un’erezione fortissima, segno che il Diavolo ancora risiede in me. Ma poi penso a frate Aurelio e mi calmo. Sia lodato il sant’uomo.
Lei, la madre di famiglia, che non si vergogna della sua prole imperfetta ma addirittura la usa per propaganda elettorale… voi non potete capire di come sia avanti anni luce questa santa!
Sì signori, santa… pensate alle sue iniziali: S.P., come San Pietro, come San Paolo, vedete, in ella è la luce del Signore!
E chi se ne importa se sua figlia è una sprovveduta che non sa usare un preservativo e rimane pregna a 17 anni: ma Dio è buono e giusto e a punizione del fatto impudico l’ha resa una quarantenne.
Per tutta la mia vita ho cercato di coniugare i miei saldi principi di rigore morale ad una natura caduca e molto incline al vizio, di questo mi cospargo il capo di cenere insieme ai miei fratelli Cerniera

Sarah Palin, una donna da niente venuta dal niente, c’è riuscita nel silenzio della sua castità. E non si badi alla propaganda sovietica che la voleva nel 1984 come partecipante al concorso di Miss Alaska. Non era lei e se lo fosse allora vuol dire che era stata costretta da qualche Inuit bolscevico.
Ho preso la mia decisione, unica, irremovibile, assoluta. Come un moderno cavaliere voterò la mia vita a quella donna, in modo casto, puro, assoluto, nella fede e nella contemplazione del divino che risiede in lei.
Guardatela, ancora con il bambino down, lei che avrebbe potuto scaraventarlo dalla rupe Tarpea, ma non l’ha fatto, perchè è santa

Sono giorni che non bevo, non fumo e non faccio sesso. Sto cambiando anche fisicamente… a pensare quando mi facevo chiamare Ken e distruggevo cuori (e culi) di ragazze con un solo sorriso, sento una fitta all’anima, ma basta solo volgere lo sguardo a Sarah e la mia via diventa di nuovo piena di luce.

Dio benedica Sarah Palin e maledica i negri che tentano di rubarle la presidenza.

P.S.: Adria’, vieni a riprenderti l’incursore anale. Oramai non lo userò più. Portalo alle Sante Sorelle Braillettes, loro sapranno come usarlo al meglio.

i Licaoni al Copyleft Festival

set
12

Ciao carissimi,
rieccoci qui per alcune succulenti news dal mondo di quegli adorabili ragazzi de i Licaoni.

Innanzitutto c’è la bella foto tratta da Kiss me Lorena che vedete campeggiare sulla homepage del sito di XL di Repubblica di questo mese.

Sulla rivista omonima in edicola troverete la segnalazione della partecipazione del gruppo al Copyleft Festival di Arezzo. Ed eccoci alla seconda notizia.

Domenica 14 Settembre alle ore 21.00 i Licaoni saranno in P.zza San Jacopo ad Arezzo per discutere di Copyleft. Presenteranno le loro iniziative Kiss me Lorena OnLine  e Un anno con i Licaoni, proietteranno video e cortometraggi e saranno come al solito scorbutici ma amabili. Non mancate.

Infine, per la già citata iniziativa Un anno con i Licaoni, segnalo questa settimana il quarto episodio della serie Sgt. Palomo.

PS: Quell’adorabile cinebloggher che é gparker è stato nominato per i Macchianera Blog Awards. Forza, che aspettate? Sosteniamolo tutti assieme!

Le (dis)Avventure de i Licaoni

set
7

A un anno esatto di distanza, i Licaoni come F.F. Coppola.

Insomma, succede che ci portano via il portatile. Con sopra alcune delle cose a noi più care ovvero le due sceneggiature dei nostri nuovi lavori e la raccolta completa delle video recensioni di Gianni Niola. Roba da perderci il sonno.

Se non che tramite intermediari dal buon cuore scopriamo il giro incredibile che ha fatto il nostro notebook. E le mani infauste nelle quali è caduto. Mani che provvederanno, dopo trattative stile "Ransom" (il film con Mel Gibson) a farcelo riavere sfasciato e privo di ogni minima funzionalità.

Ovviamente auguriamo ai proprietari delle suddette infauste mani ogni ritorsione possibile da parte del Karma e la persecuzione per tre generazioni da parte di Zeus e dell’Olimpo tutto.

A questo punto non resta che rimboccarci le maniche e cercare di riscrivere tutto il materiale perduto, ma con una piccola gioia: riscaricandoceli, avremo la possibilità di riassaporare uno per uno i video del nostro amato Giorgio Niola.

Vogliate perciò scusarci se questa settimana, per l’iniziativa Un anno con i Licaoni, vi presentiamo nuovamente Kiss me Lorena. Se non lo avete ancora fatto correte a scaricarvelo, che è gratis. Se lo avete già visto, riguardatelo che magari non ve lo ricordate bene.