Archive for gennaio, 2006

Gita con Orson

gen
19

Cari amici e fan de i Licaoni di tutto il mondo,
finalmente mi sono deciso ad uscire allo scoperto e a dare anche io il mio contributo a questo blog.

Innanzitutto un grazie speciale ai miei amati Licaoni per avermi concesso questa opportunità.
Mi presento, sono Fabio e da anni seguo il gruppo a cui questo blog è deidicato, annotando quante più informazioni possibile sulla loro attività.
In tanto tempo al seguito di questi geniali artisti, ho avuto modo di raccogliere ogni tipo di memorabilia che, sono sicuro, un giorno quando i Licaoni saranno il gruppo più famoso del pianeta, varranno milioni di euro. Inutile dire che per niente al mondo me ne priverò.
Già da un paio di anni sto lavorando ad una biografia ufficiale del gruppo. La mole di fatti e nomi da riordinare è vastissima e il lavoro procede molto a rilento.

Eccovi qui di seguito una breve anteprima del libro; spero sia di vostro gradimento.

(..) ma è soltanto qualche anno più tardi che avviene il primo incotro del gruppo con un uomo di cinema. E che cinema.

Nella torrida estate del ’37 i Licaoni, in gita a Barcellona, vengono ospitati per alcuni giorni da Salvador Dalì, il quale presenta loro un giovane uomo di spettacolo americano: Orson Welles.

Il giovane Orson

Da subito il gruppo si affeziona al ventiduenne corpulento, soprannominandolo affettuosamente: "Ciccione di merda" e "Testa di cazzo".

Le notti passano allegramente nel giardino di Villa Dalì, disquisendo di Arte e cazzi vari, fra una pattonata al caro Orson e una tastata di culo a Gala. Nella fattispecie le discussioni si animano a proposito del Cinema, il nuovo mezzo di comunicazione emergente.

E’ proprio durante una di queste sedute animate che i Licaoni sono autori di uno scherzo al telefono ai danni del giovane Orson: gli fanno credere che la terra verrà invasa di lì a poco dagli alieni. Welles fugge via in preda allo spavento, fra le grasse risate degli astanti.

Rimasti senza coglionazzo da vessare, i Licaoni risolvono la serata buttandola su argomenti a loro cari: Ruti & Scurregge. (NdA: proprio da questo avvenimento nasceranno i caratteristici baffetti di Salvador Dalì).(..)

A presto per nuovi estratti da "Vita e Opere de i Licaoni".

Vostro,
Fabio.

Cinepanettoni: La Sfida

gen
12

 

Metà gennaio, tempo di tirare le somme sui cosiddetti cinepanettoni di quest’anno: ovvero "Natale a Miami" della coppia Boldi/De Sica e "Ti amo in tutte le lingue del mondo" dell’ex golden boy della Toscana, Leonardo Pieraccioni.

Ma come-direte voi- in una rubrica di cinema così seria, il grande Sercio si abbassa a parlare di questa "spazzatura"?…Ebbene cari amici cinefili, il vostro Sercio non è uno snob ipocrita ed oltre ad essere un divoratore di cinema a 360° è un gran sostenitore della suddetta categoria di film e anzi, li ritiene strumenti fondamentali per capire le evoluzioni di costume del nostro paese, lo specchio (distorto) della società italiana del nostro tempo (oltre al fatto che sono assai divertenti, inutile negarlo).

Certo, dopo la visione di uno di questi film, si esce dalla sala con la voglia di rifarsi la vista con un Bresson o un Mizoguchi, ma con l’animo disteso e con nessun brutto pensiero per la testa.E poi, si sa, anche i film di Totò sono stati bistrattati dalla critica del tempo e considerati ciarpame cinematografico fino alla rivalutazione che tutti sappiamo.

Insomma la domanda che pongo, a voi tutti cari licabloggers è: chi avete preferito fra i due must natalizi? La volgarità becera ma sanamente liberatoria della coppia-scoppiata Boldi/De Sica (ci mancherete ragazzi) o la delicata storia d’amore di un Pieraccioni omai maturo?

Gli incassi hanno dato ragione al film di Neri Parenti, ma se devo dire la mia, quest’anno ho preferito l’abilità di Pieraccioni nel dirigere gli attori (tra cui spicca un inedito Panariello!).

Sfogatevi e dite la vostra senza alcuna remora o  vergogna, amici! Perché, non mi stancherò mai di ripeterlo il cinema è bello perché è vario!!!

 

Un regalino per voi…

gen
9

E sì, ragazzi… ma soprattutto ragazze

Poco tempo fa , su questo blog, alcune fans si lamentavano della scarsa visibilità di cui godono i  ragazzi del "dietro le quinte", ragazzoni nerboruti e aitanti che rendono possibili gli show dei Licaoni.
Ebbene, è giunto il momento della rivalsa per i nostri tecnici!
Da oggi non solo gli attori godranno dei benefici della notorietà, quali: essere riconosciuti per strada, essere braccato delle ragazze, non pagare alle cene nei ristoranti, entrare gratis all’acquario e farsi regalare etti di porchetta
Sono ben lieta di pubblicare una recentissima immagine di due dei nostri boys…
L’illuminato Alessio Tanchis (a sinistra) e il fonicissimo Abi Battocchi (a destra)

Tanchis e Abi

Qui li vediamo al moto-raduno annuale delle BMX. Sullo sfondo si intravede il busto di Paolino Signorini (fra non molto riuscirò a trovare anche una sua immagine appetitosa!)

Adorabili, non è vero?

Baci a tutti!

Sandra.

Mi presento…

gen
5

Salve a tutti!

Mi chiamo Diego e sono emozionatissimo, perchè sto scrivendo il mio primo post!
Per questo non ringrazierò mai abbastanza i miei migliori amici, i Licaoni! Non dimenticherò mai la notte in cui ci siamo conosciuti: io ero andato a vedere un loro spettacolo, e poi li avevo seguiti nelle loro scorribande fuori dal teatro, prima all’osteria, poi al puttan-tour e in fine al russian-pub. Ero là, solo soletto al mio tavolino che li ammiravo senza avere il coraggio di presentarmi, quando uno di loro mi fece cenno di avvicinarmi, mi chiese il nome e senza aspettare risposta mi spense una cicca sul braccio destro! Mitico! Mi usarono come posacenere per tutta la notte!

Da allora i Licaoni sono diventati i miei unici amici. A scuola, infatti, non sono molto popolare. Tutti mi chiamano quattrocchi sparapidocchi, secchione e fiatodimerda… e dire che invece ci vedo benissimo e ho tutti cinque in pagella!!!

Datemi dei consigli voi, frequentatori del blog, che siete sicuramente più maturi e in gamba di me… Cosa fare per essere accettato dagli altri?
A presto! VVATQTB!!!